NEWS
Lunedì all’insegna delle storie sul grande schermo con MantovaFilmFest 2016!
Quarto giorno per la kermesse tra pellicole in concorso, film-documentari e la serata con ospite il regista e attore Luca Magri con il suo “Il vincente”.

MantovaFilmFest 2016 prosegue il suo intenso viaggio e apre la settimana all’insegna del cinema di qualità tra pellicole in concorso, film-documentari e incontri con ospiti curiosi che si confronteranno con il pubblico.

Tra i film in concorso, che gli spettatori potranno votare tramite l’apposita scheda voto, sono previsti: “See you in Texas” (cinema Mignon, ore 16:30), “L’attesa” (cinema Mignon, ore 18:30), “Banat - Il viaggio” (arena Mignon, ore 21:15), “Il vincente” (chiostro Campiani, ore 21:30), “Pecore in erba” (cinema Mignon, ore 22:30). Non mancherà una chicca per il ciclo “Svisti” con “Non essere cattivo” di Claudio Caligari avente come protagonista il talentuoso Luca Marinelli, in programma al cinema Mignon alle ore 20:30.

A celebrare il connubio di bellezza e bravura della raffinata Virna Lisi verrà proiettato all’auditorium “Campiani”, ore 18, il celebre “Le bambole” di Dino Risi dell’anno 1965: un tuffo nel passato cinematografico italiano.

La novità di quest’anno è poi rappresentata dal fatto che ci sarà in premio il Lauro di Virgilio dedicato ai film-documentario valutati da una giuria di esperti. Tra questi oggi è previsto all’auditorium “Campiani”, alle ore 20, “Fuori classe - La scuola possibile” di Stefano Collizzolli e Michele Aiello: “Un film documentario che racconta una scuola possibile e lo fa con grande sensibilità e maestria. Con i racconti di alcuni laboratori, attraverso la radio, i bambini scoprono il nostro paese e noi scopriamo quanto può essere creativo andare a scuola, dentro e fuori classe, se la scuola è agita in modo aperto, curioso, orizzontale. Scopriamo che la scuola fantastica è una scuola possibile. E scopriamo, attraverso la dignità e lo stupore del pensiero infantile com’è vivere nella periferia lombarda o nella campagna della Basilicata. Com’è ora l’Italia, dal punto di vista dei bambini”. Altro film documentario è “Mia madre fa l’attrice” di Mario Balsamo, proiettato all'arena Mignon alle ore 22.35, questa la trama: “Che cosa fanno, un figlio cinquantaduenne e una madre ottantacinquenne, vittime di un rapporto irrisolto e conflittuale e con una passione in comune: il cinema? Un film documentario. Specialmente se lui è un regista, lei un’attrice (da giovane), ed entrambi hanno nostalgia di apparire sul grande schermo: con ironia e surrealismo, giocando con realtà e finzione, senza evitare i nodi universali della relazione parentale. E dove l’affetto si nasconde dietro recriminazioni e vendette. Tutto questo nel mentre si va alla ricerca di un film in cui la donna ha recitato sessant’anni fa”.

In serata riflettori puntati sul promettente regista e attore di origine parmense Luca Magri che al chiostro “Campiani”, alle 21:30, presenterà il suo film “Il vincente”. Magri sarà ospite all’evento e risponderà alle domande del pubblico. La vicenda è ambientata a Parma e coinvolge tematiche complesse come la dipendenza dal gioco d’azzardo, il disagio giovanile, l’alienazione: “Antonio, giovane scapolo benestante, ama la bella vita e il gioco d’azzardo. Suo padre, stanco di mantenerlo e di dover sempre rimediare ai suoi guai, lo costringe a partecipare ad un gruppo terapeutico e a trovarsi un lavoro. Fingendo di compiacerlo, Antonio continua invece a perseverare e, convinto di poter fare fortuna, ricerca altre occasioni di gioco oltre la cerchia abituale degli amici. La sua routine è scombussolata dalla storia d’amore con una stravagante gallerista la quale vuol essere partecipe di quel mondo a lei sconosciuto”.

Per informazioni: 334 8179533 - info@mantovafilmfest.com

Sara Bellingeri