NEWS
MNFF 2019 - La giornata del 25 agosto
La masterclass di Pupi Avati e la cerimonia finale con tutti i premi

Si chiude il Mantova Film Fest con il giorno delle premiazioni. Alle 18:00 allauditorium del conservatorio il nostro ospite d’eccezione Pupi Avati parlerà al pubblico del festival conversando con Tatti Sanguineti. L'ingresso alla masterclass sarà libero fino ad esaurimento posti ma verrà data precedenza agli abbonati.

Alle 21:30 nel chiostro del conservatorio Campiani, si terrà la cerimonia conclusiva, con l'assegnazione del Premio del pubblico al miglior film in concorso opera prima, la menzione speciale della giuria giovani, composta da sette ragazzi under 30 che offriranno uno sguardo diverso e ricco di spunti inediti sui film in gara.

Non mancherà poi il Premio MyMovies al miglior documentario della sezione filmdoc e la consegna al maestro Pupi Avati del Premio Speciale Lauro di Virgilio alla carriera.

A seguire il cine-concerto con la proiezione di The Cameraman di Edward Sedgwick e Buster Keaton in versione digitale restaurata sottotitolata. L’accompagnamento dal vivo sarà curato dal maestro Daniele Furlati. 

Nel pomeriggio alle 18:30, al cinema Mignon verrà proiettato l’ultimo film della retrospettiva La proprietà non è più un furto (1973) di Elio Petri in concorso al Festival di Berlino e presentato alle Giornate del cinema di Venezia del 1973.

Alle 20:00, all’auditorium del Conservatorio, verrà proiettato Selfie di Agostino Ferrente, un ritratto di due sedicenni del rione Traiano di Napoli. 

Alle 20:45, all'arena Mignon, sarà invece proiettato Aquile Randagie di Gianni Aureli, il film sul gruppo di scout lombardi che nel 1928 non accettarono la soppressione fascista dello scautismo e continuarono a riunirsi in clandestinità.